Elogio della bicicletta.pdf

Elogio della bicicletta

Ivan Illich

Una apologia della bicicletta: della sua bellezza e saggezza, della sua alternativa energetica alla crescente carenza di energia e al soffocante inquinamento. Illich nota che la bicicletta e il veicolo a motore sono stati inventati dalla stessa generazione. Ma sono i simboli di due opposti modi di usare il progresso moderno. La bicicletta permette a ognuno di controllare la propria energia metabolica (il trasporto di ogni grammo del proprio corpo su un chilometro percorso in dieci minuti costa alluomo 0,75 calorie). Il veicolo a motore entra invece in concorrenza con tale energia.

Elogio della bicicletta: Una apologia della bicicletta: della sua bellezza e saggezza, della sua alternativa energetica alla crescente carenza di energia e al soffocante inquinamento.Illich nota che la bicicletta e il veicolo a motore sono stati inventati dalla stessa generazione. Ma sono i simboli di due opposti modi di usare il progresso moderno. Sì, perché la sua produzione artistica è un grande elogio dell’uso della bicicletta. Da anni la rappresenta costantemente, sia come soggetto principale o secondario delle sue opere, sia come elemento accessorio o di dettaglio. Biciclette nella barba, tra i capelli, sui vestiti, portate in cielo da palloncini, in bilanciamento su dei bastoni.

8.46 MB Dimensione del file
8833917126 ISBN
Elogio della bicicletta.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bayareabarnsandtrails.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Elogio della bicicletta "Elogio della bicicletta" a 35 anni dalla sua uscita è ormai un cult e quanto mai attuale. La bicicletta è solo il pretesto per una riflessione sullo stile di vita delle Elogio della bicicletta. Ivan Illich Arianna Editrice pubblica Libri, Ebook per favorire la trasformazione personale e sociale. Medicina alternativa, alimentazione, spiritualità, self-help, esoterismo, nuove scienze: l'editoria utile per chi cerca informazioni alternative.

avatar
Mattio Mazio

"In bicicletta, per cambiare la vita! Il ciclismo come forma di umanesimo.” L' intellettuale contemporaneo, Marc Augé (Poitiers, 1935), noto filosofo, etnologo e antropologo, è l'autore della teoria "dei non-luoghi", spazi anonimi (autostrade, centri commerciali, aeroporti, catene di hotel o fast food, negozi in franchising, luoghi di divertimento), ad alto livello di efficienza e

avatar
Noels Schulzzi

Elogio della bicicletta - Ivan Illich: viaggio nel mondo della bicicletta con un trattato del filosofo austriaco. Illich ci racconta di come il veicolo a motore e la bicicletta siano stati inventati dalla stessa generazione Un libretto che apre la mente a nuovi aspetti dell'evoluzione umana.

avatar
Jason Statham

In “elogio della bicicletta” (titolo originale “energie et equite’ “) e’ ancora piu’ chiara la sua critica alla scolarizzazione. Sostiene che in nome di una istruzione obbligatoria, si impedisce di imparare col … "In bicicletta, per cambiare la vita! Il ciclismo come forma di umanesimo.” L' intellettuale contemporaneo, Marc Augé (Poitiers, 1935), noto filosofo, etnologo e antropologo, è l'autore della teoria "dei non-luoghi", spazi anonimi (autostrade, centri commerciali, aeroporti, catene di hotel o fast food, negozi in franchising, luoghi di divertimento), ad alto livello di efficienza e

avatar
Jessica Kolhmann

Elogio della bicicletta: previene tumori e malattie cardiovascolari Un team di ricercatori di Glasgow ha monitorato un campione di più di 250mila «commuters» britannici per un periodo di cinque La bicicletta, non l’automobile, è stata un’idea rivoluzionaria e geniale. Senza troppa fatica si possono percorrere decine di km in un giorno, ci si mantiene in forma e non si pena per cercare un parcheggio. Da qui la necessità di ridisegnare le nostre città in modo che sia più facile – e perfino invitante – andare a piedi anche su distanze lunghe: marciapiedi alberati e larghi a