Una cosa oscura, senza pregio.pdf

Una cosa oscura, senza pregio

Andrea Olivieri

Ricordiamo Louis Adamic soprattutto come lautore di un libro «di culto», di quelli che è facile fraintendere, che a maneggiarli scottano le dita, che incatenano i loro autori a immagini stereotipate: Dynamite: The Story of Class Violence in America, scritto nel 1931 e riscritto nel 1934. Eppure, prima di trovare una morte enigmatica negli Stati Uniti della «caccia alle streghe», Louis fu tante persone, forse troppe: inquieto adolescente sloveno nellimpero austroungarico, migrante transatlantico in cerca di fortuna, americanissimo scrittore on the road, padre mai riconosciuto del New Journalism, cantore delle comunità meticce dei nuovi proletari (un Jack London mitteleuropeo tra gli scioperi degli Industrial Workers of the World), agitatore politico e infine sostenitore della Iugoslavia del maresciallo Tito. Una storia, molte storie a cavallo tra due continenti, tra i mostri del ventre dEuropa e lAmerican Dream spazzolato contropelo. Andrea Olivieri ha costruito un oggetto narrativo dove ogni capitolo è un campo minato, una narrazione ibrida squassata da continue esplosioni. Lautore non solo ricostruisce la storia di Louis nella sua complessità, ma ne adotta il metodo giornalistico e la poetica, ibridando fiction e non-fiction, e ne incrocia le traiettorie con quelle di altri proletari meticci, vissuti in una zona dai confini incerti e dunque dai molti, troppi nomi: «Litorale adriatico», La biografia di Adamic dialoga con la storia di famiglia dellautore. Famiglia di operai antifascisti e partigiani, protagonisti di unepopea tra la Via Flavia e il West, nomadi tra i porti e cantieri navali di Monfalcone, Trieste, Fiume. Seguendo le vicissitudini di Albano e Leda, i nonni partigiani, Olivieri ci accompagna lungo le strade di unumanità brulicante alla Dos Passos, in una borderland dove l«identità nazionale» è continuamente messa in crisi, i confini sono mobili e ogni lingua è lingua franca. Un mondo di solidarietà di classe e internazionalismo, che grazie a queste pagine torna a ispirarci.

grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo ... T'amo senza sapere come, né quando, né da dove, t'amo ... así te amo porque no sé amar de otra manera,.

7.43 MB Dimensione del file
8832067021 ISBN
Una cosa oscura, senza pregio.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bayareabarnsandtrails.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Una cosa oscura, senza pregio, una cosa facile da mettere alla berlina e da disprezzare. E come era inevitabile, in alcuni casi quella macchina aveva finito per andare col pilota automatico, come un camion in corsa non si sarebbe fermata in pochi metri, men che meno fingendo che non fosse accaduto nulla. [Una preziosa riflessione della storica goriziana Anna Di Gianantonio, a partire da Una cosa oscura, senza pregio, il libro di Andrea Olivieri pubblicato nella collana Quinto Tipo diretta da Wu Ming 1 per le Edizioni Alegre. Di Gianantonio è un nome noto alla comunità giapster: ha infatti partecipato allo speciale La storia intorno alle foibe, curato dal gruppo di lavoro Nicoletta Bourbaki e

avatar
Mattio Mazio

Una cosa oscura, senza pregio, una cosa facile da mettere alla berlina e da disprezzare. E come era inevitabile, in alcuni casi quella macchina aveva finito per andare col pilota automatico, come un camion in corsa non si sarebbe fermata in pochi metri, men che meno fingendo che non fosse accaduto nulla.”

avatar
Noels Schulzzi

Un grande affresco narrativo nel libro “Una cosa oscura, senza pregio” di Andrea Olivieri che si presenta domani alla Minerva Una cosa oscura, senza pregio » Care e cari, vi disturbo per segnalarvi due importanti appuntamenti in cui sarò impegnato la settimana prossima, iniziative che hanno a che vedere con l’oggetto narrativo Una cosa oscura, senza pregio , da me scritto e pubblicato da Edizioni Alegre nella collana QuintoTipo diretta da …

avatar
Jason Statham

La camera oscura, anche detta camera ottica o fotocamera stenopeica, è un dispositivo ottico ... Il pregio maggiore di una camera oscura così semplice è che tutti gli oggetti appaiono a fuoco (anche se ... David Brewster, dove menziona la possibilità di "una macchina fotografica senza obiettivi e con solo un foro stenopeico". Leggete un libro per ragazzi per ricordarvi cosa si provava a desiderare cose impossibili e ... Quella della scrittrice inglese non è una difesa del proprio lavoro e di una ... SELVA OSCURA non dà risposte ma fa molto di più: instilla nel lettore ... cura, insegnamento e gioia senza distinzione di età e di pregio, mi raccomando”.

avatar
Jessica Kolhmann

UNA COSA OSCURA, SENZA PREGIO Edizioni Alegre collana Quinto Tipo. con l’autore Andrea Olivieri Elisabetta Michielin – Pulplibri Gianni Cavallini – Mediterranea rescue + aperitivo. Andrea Olivieri ha costruito un oggetto narrativo dove ogni capitolo è un campo minato, una narrazione ibrida squassata da continue esplosioni. andrea olivieri presenta una cosa oscura, senza pregio (alegre, 2019) Un libro che mescola fiction e non-fiction spostandosi dal Litorale adriatico agli USA. Da un lato racconta la storia di Albano e Leda, combattenti della resistenza sul Litorale Adriatico.