Per una nazione coloniale. Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali.pdf

Per una nazione coloniale. Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali

Valeria Deplano

In concomitanza con il rilancio della politica coloniale da parte del regime fascista, dalla prima metà degli anni Venti in Italia aumentò il numero delle testate periodiche che si ponevano lobiettivo specifico di accrescere le conoscenze coloniali dei propri lettori. Pur raggiungendo un pubblico che il regime giudicò sempre insufficiente, questo genere di pubblicazioni, nate in diversi casi per iniziativa privata ma più spesso edite da enti di cultura semi-pubblici o da strutture ministeriali, contribuirono alla creazione del discorso ufficiale del fascismo attorno allespansionismo africano. Sulle pagine delle riviste gli elementi di - spesso pretesa - scientificità si intrecciavano con quelli più marcatamente propagandistici, fornendo idee, immagini, argomenti e interpretazioni che poi sarebbero stati ripresi e rimodellati nel discorso pubblico più ampio. Basandosi su fonti archivistiche e sulle stesse riviste, il volume ripercorre la storia delleditoria coloniale mettendola in relazione con la storia del colonialismo fascista, per ricostruire i nessi tra politica culturale, politica coloniale e progetto totalitario.

Sardegna d'oltremare. L'emigrazione coloniale tra esperienza e memoria di Valeria Deplano - DONZELLI: prenotalo online su GoodBook.it e ritiralo dal tuo punto vendita di fiducia senza spese di spedizione. Il colonialismo: l'età fascista Labanca osserva che il fascismo alla sua nascita non aveva un chiaro programma coloniale, infatti nel 1922 il ministero delle colonie venne affidato ad un esponente nazionalista, Luigi Federzoni1. Benito Mussolini, nella fase di compromesso con le

6.61 MB Dimensione del file
8860749662 ISBN
Per una nazione coloniale. Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bayareabarnsandtrails.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

L’imperialismo era una parte integrante dell’ideologia fascista. Il passato della Roma imperiale era presente tra i simboli del fascismo , e la conquista di altri possedimenti coloniali Get this from a library! Per una nazione coloniale : il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali. [Valeria Deplano]

avatar
Mattio Mazio

Compra Per una nazione coloniale. Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali. SPEDIZIONE GRATUITA su ordini idonei.

avatar
Noels Schulzzi

la politica coloniale del 1938. IL FASCISMO E LA CONQUISTA DELL`ETIOPIA Amedeo di Savoia, duca d`Aosta, è nominato governatore generale dell`Africa Orientale e vicerè d`Etiopia al … Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali attraverso la narrazione e l’esaltazione della impresa imperiale della nazione, per ricostruire i nessi tra politica culturale, politica coloniale e progetto totalitario. ___ Pubblicato da mmilan Nessun commento: Link a questo post.

avatar
Jason Statham

Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali è un'ottima scelta per il lettore. Cerca un libro di Per una nazione coloniale. Il progetto imperiale fascista nei periodici coloniali in formato PDF su kassir.travel. Qui puoi scaricare libri gratuitamente! SCARICARE LEGGI ONLINE.

avatar
Jessica Kolhmann

Il colonialismo: l'età fascista Labanca osserva che il fascismo alla sua nascita non aveva un chiaro programma coloniale, infatti nel 1922 il ministero delle colonie venne affidato ad un esponente nazionalista, Luigi Federzoni1. Benito Mussolini, nella fase di compromesso con le Nei primi anni del Fascismo il principale atto politico nei confronti delle colonie si concretizzò nell’invio in Somalia del Quadrumviro De Vecchi [12] in qualità di Governatore e consistette in una specie di punizione per De Vecchi, il cui atteggiamento di critica e minaccia stava diventando imbarazzante e insostenibile per Mussolini, che pensò di mandarlo il più lontano possibile dall