Storia e cultura dei Brettii.pdf

Storia e cultura dei Brettii

Pier Giovanni Guzzo

Tra i Greci, che ne avevano fatto un fulcro della loro Magna Grecia, ed i Romani, che ne avevano sfruttato le risorse, i Brettii hanno svolto un ruolo storico terzo nella storia antica della Calabria. Hanno vissuto nelle selve che ricoprivano la regione vivendo di pastorizia e di rapine: fino a quando, ribellatisi ai Lucani dei quali erano servi, hanno preso nelle proprie mani la loro fortuna. Resisi autonomi e liberi, hanno combattuto contro Greci e Romani, hanno prestato servizio mercenario, hanno raccolto ricchi bottini in fortunate razzie. Ma la loro struttura interna era debole, divisa tra cantoni ognuno indipendente dagli altri, quando non in frizione reciproca. E non mancavano contrasti sociali interni, tra ricchi e poveri. Lalleanza con Annibale dopo la battaglia combattuta a Canne e disastrosa per i Romani provocò la loro definitiva sconfitta da parte della spietata macchina da guerra che era la Repubblica Romana.

Storia Origini. Nel corso dell'età del ferro, gruppi di genti di stirpe indoeuropea penetrarono in diverse ondate in Italia, distribuendosi lungo l'arco delle dorsali appenniniche centro-meridionali. Tali popoli, collettivamente, sono conosciuti con il nome di Italici.Tra di essi distinguiamo le popolazioni degli Apuli, dei Sanniti, degli Oschi, dei Lucani, tutti caratterizzati da una lingua

3.67 MB Dimensione del file
8849856660 ISBN
Storia e cultura dei Brettii.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bayareabarnsandtrails.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Storia Origini. Nel corso dell'età del ferro, gruppi di genti di stirpe indoeuropea penetrarono in diverse ondate in Italia, distribuendosi lungo l'arco delle dorsali appenniniche centro-meridionali. Tali popoli, collettivamente, sono conosciuti con il nome di Italici.Tra di essi distinguiamo le popolazioni degli Apuli, dei Sanniti, degli Oschi, dei Lucani, tutti caratterizzati da una lingua Arte, Storia, Cultura, Prodotti Tipici, Dove dormire, Dove mangiare in Provincia di Cosenza. Il Museo dei Brettii e degli Enotri è soprattutto un’esposizione archeologica permanente, ma anche un polo culturale che ospita mostre temporanee, concerti e incontri istituzionali.

avatar
Mattio Mazio

... di Archeologia e storia delle arti dell'Università della Calabria dal 1 luglio 2011 fino al 1 luglio 2015. ... dei Brettii” ,organizzato dall'IRACEB - Rossano (CS). ... natura e cultura tra Ionio e Tirreno realizzato dal Centro Herakles per il turismo. 6 apr 2019 ... ... incontro culturale in tema di storia e archeologia della nostra regione, ... di Storia Patria per la Calabria e del Museo dei Brettii e degli Enotri ...

avatar
Noels Schulzzi

Tra i Greci, che ne avevano fatto un fulcro della loro Magna Grecia, ed i Romani, che ne avevano sfruttato le risorse, i Brettii hanno svolto un ruolo storico terzo ... IL LIBRO. Storia e cultura dei Brettii, di P.G. Guzzo. Rubbettino (zoomsud.it). di Paolo Veltri, del 09 aprile 2019. Pier Giovanni Guzzo · Storia e cultura dei Brettii.

avatar
Jason Statham

14 mag 2015 ... «Il catalogo dell'esposizione del Museo dei Brettii e degli Enotri, già ... nella struttura culturale, ma anche di riflessione sulle problematiche ...

avatar
Jessica Kolhmann

Storia e cultura dei Brettii è un libro di Pier Giovanni Guzzo pubblicato da Rubbettino nella collana Universale Rubbettino: acquista su IBS a 14.25€! In “Storia e cultura dei Brettii”, il prof. Pier Giovanni Guzzo, storico e Accademico dei Lincei, evidenzia come i Brettii siano stati presenti in maniera diffusa in Calabria. L’autore, a tal fine, esamina il periodo che va dal IV sec. a.C. all’espansione romana nel sud Italia.