Crescere nellera digitale. Luso delle nuove tecnologie nellinfanzia, nelletà scolare e adulta: quale futuro?.pdf

Crescere nellera digitale. Luso delle nuove tecnologie nellinfanzia, nelletà scolare e adulta: quale futuro?

Giorgio Capellani

La diffusione delle tecnologie digitali è inarrestabile. Grazie soprattutto allo smartphone, la loro pervasività giunge fino ai più comuni gesti della vita quotidiana di adulti e bambini. Il testo esamina questo fenomeno e gli effetti che luso degli strumenti digitali ha sulla nostra salute. In particolare, guardando i nostri figli, le neuroscienze possono aiutarci a comprendere le delicate dinamiche di un cervello in via di formazione e la distinzione fondamentale delle fasce detà nei tre settenni: da 0 a 7 anni, da 7 a 14 anni e da 14 a 21 anni, già indicate da illustri pedagoghi. Senza pregiudizi, vengono quindi affrontati i vari temi: lalfabetizzazione digitale di adulti e bambini

Crescere nell’era digitale. L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro? è il libro di Giorgio Capellani, edito da Edilibri, che indaga sulle influenze che ha il digitale nello sviluppo della nostra coscienza.

4.57 MB Dimensione del file
8886943865 ISBN
Gratis PREZZO
Crescere nellera digitale. Luso delle nuove tecnologie nellinfanzia, nelletà scolare e adulta: quale futuro?.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bayareabarnsandtrails.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Crescere nell’era digitale. L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro? è il libro di Giorgio Capellani, edito da Edilibri, che indaga sulle influenze che ha il digitale nello sviluppo della nostra coscienza.

avatar
Mattio Mazio

Crescere nell’era digitale. L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro? Nel 2017 l’Ericsson Mobility Report ha confermato che le …

avatar
Noels Schulzzi

L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro? In questo libro l’autore si rivolge a genitori, educatori e insegnanti, che si trovano spesso disorientati di fronte alle nuove tecnologie digitali. Crescere nell’era digitale di Giorgio Capellani. L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro? Nel 2017 l’Ericsson Mobility Report ha confermato che le SIM hanno superato il numero di esseri umani.

avatar
Jason Statham

9 set 2019 ... Uomo impiccato ad un albero nel parco della Resistenza. ... La vittima, da quanto emerge, non era un soggetto noto alle forze dell'ordine, ed è risultato essere privo di ... con la giusta percentuale di rischio · Crescere nell'era digitale. Quale futuro sull'uso delle nuove tecnologie nell'infanzia, nell'età scolare ... All'uso delle tecnologie mobili nell'apprendimento è dedicato il contri- buto di Arrigo ... tali da creare un ambiente complessivo nel quale le nuove istanze pedagogiche possano ... contribuire alla fondazione di una pedagogia nuova per l'era digitale. ... consultabili strutturate per età, livello scolare e livello di competenza.

avatar
Jessica Kolhmann

Crescere nell’era digitale: L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro? (Italian Edition) eBook: Capellani Giorgio: Amazon.co.uk: Kindle Store 06/09/2018 · Leggi «Crescere nell’era digitale L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro?» di Giorgio Capellani disponibile su Rakuten Kobo. La diffusione delle tecnologie digitali è inarrestabile. Grazie soprattutto allo smartphone, la loro pervasività giunge