Poveri e povertà nel Medioevo.pdf

Poveri e povertà nel Medioevo

Giuliana Albini

I poveri furono una presenza costante nella società medievale, caratterizzata, nel suo complesso, da un limitato livello di sviluppo e da forti disuguaglianze. Miseria economica, disagi sociali, privazione di diritti interagivano, creando situazioni di bisogno e, insieme, di marginalità. Era un universo, quello delle povertà, tuttaltro che immobile, perché le profonde trasformazioni, congiunturali e strutturali, dei secoli dal VI al XIV, generavano via via stati di necessità assai diversi tra loro. La percezione, personale e collettiva, della povertà era permeata dalla dottrina cristiana che, riconoscendo nei poveri limmagine di Cristo, invitava ad aiutarli a sopportare le loro condizioni, per evitare forme di disperazione e di sovvertimento dellordine sociale. Allinterno delle dinamiche di una società profondamente cristiana, dunque, si costruirono complesse reti di protezione (informali o organizzate), nelle quali avevano spazio sia iniziative individuali sia istituzionali (ecclesiastiche, anzitutto, ma anche civili). Nel confronto tra elaborazione teorica e pratica quotidiana, il libro vuol fare emergere volti e luoghi della povertà e della carità.

Poveri e povertà nel Medioevo di Giuliana Albini pp. 336, € 28,00 Carocci, 2016 ISBN: 9788843082629 I poveri furono una prese

2.78 MB Dimensione del file
8843082620 ISBN
Gratis PREZZO
Poveri e povertà nel Medioevo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.bayareabarnsandtrails.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

32 Giuliana Albini, Poveri e povertà nel Medioevo, Roma, Carocci, 2016; cfr. inoltre Giovanni Ricci, Povertà, vergogna, superbia. I declassati fra Medioevo e età ... nelle carceri di Milano alla fine del medioevo / Marina Gazzini. Firenze : Firenze ... Migrazioni mediterranee; Albini, Poveri e povertà nel medioevo. 2 Sebbene il ...

avatar
Mattio Mazio

20 giu 2019 ... E questo accade per la prima volta nella storia dell'umanità. ... Nel Medioevo la povertà era considerata addirittura una virtù cristiana: i poveri ... Quando, nei tempi bui del tardo Medioevo, il numero di poveri aumentò, ...

avatar
Noels Schulzzi

poveri nel medioevo di giuliana albini poveri nelle campagne di sussistenza: secoli il progressivo impoverimento del mondo contadino uno degli aspetti che. 2 Sul rapporto tra città e povertà tra medioevo ed età moderna si può vedere un volume recente dal titolo La città e i poveri. Milano e le terre lombarde dal ...

avatar
Jason Statham

I poveri nel Medioevo è un libro di Michel Mollat Du Jourdin pubblicato da Laterza nella collana Biblioteca storica Laterza: acquista su IBS a 14.72€!

avatar
Jessica Kolhmann

I poveri furono colpevolizzati, e la povertà fu giudicata un segno della mancanza della grazia di Dio. Di una cosa possiamo essere certi: gli indigenti c’erano nel Medioevo ma esistono anche ai nostri giorni. QUALCOSA DI SIMILE era successo anche con la cristianizzazione della società europea. Ne parla Giuliana Albini in Poveri e povertà nel Medioevo (Carocci, pp. 334, euro 28). Il termine latino pauper nell’età medievale indicava una condizione ampia: la povertà di tipo economico, ma anche l’essere inermi perché malati o indifesi.